I dati dei nostri clienti unicamente in Unione Europea

In un momento storico nel quale è sempre più importante avere una adeguata consapevolezza di quali sono le modalità con le quali i nostri dati vengono trattati e dove gli stessi risiedono, Kamzan si appoggia in maniera esclusiva a fornitori Europei che mantengono i dati unicamente all’interno dei confini dell’Unione Europea, garantendo i più elevati standard qualitativi di servizio e di protezione dei dati personali, in totale ottemperanza ai requisiti del Regolamento generale sulla protezione dei dati (GDPR).

A seguito della sentenza del 16 luglio 2020 relativa alla causa C-311/18 Data Protection Commissioner/Maximilian Schrems e Facebook Ireland la Corte di Giustizia dell’Unione Europea ha di fatto posto fine al “Privacy Shield”, invalidandolo. Il Privacy Shield era l’accordo grazie al quale le aziende d’oltre oceano, prevalentemente multinazionali dell’Information Technology, potevano legittimare per i cittadini Europei il trasferimento dei dati personali tra Europa e Stati Uniti.

Dove risiedono i dati dei nostri clienti?

logo-hetzner-online

Ci affidiamo a Hetzner, hosting provider tedesco vincitore più volte negli ultimi anni del premio Hosting & Service Provider Award. Tra i più sicuri ed affidabili in Europa, segue gli standard internazionali in materia di sicurezza con la certificazione ISOS/IEC 27001 ed è membro fondatore del Cloud Infrastructure Services Providers in Europe (CISPE), una coalizione formata da oltre 20 provider di infrastrutture Cloud in Europa che ha realizzato il primo codice di condotta per la protezione di dati all’interno dell’Unione Europea.

Tratto da un articolo di Agenda Digitale “Il cloud diventa più sicuro, col GDPR e il CISPE: ecco perché

Il CISPE è una coalizione formata già da un paio di anni, composta da oltre 25 cloud provider attivi in tutta Europa. Lo scopo che ha portato a tale intesa, consiste nell’aver presentato il primo Codice di Condotta (CoC) per la protezione di dati che prevede la possibilità, per i clienti di provider di infrastrutture Cloud, di trattare e salvare esclusivamente dati all’interno di territori UE/SEE.

Quanto esposto evolve il concetto della sicurezza dei dati de facto, rafforzandolo tramite la certezza di una sicurezza dei dati garantita de iure.

Ai sensi del Codice di Condotta CISPE, i provider di infrastrutture Cloud aderenti non potranno inoltre in alcun modo effettuare alcun tipo di data mining sulla parte di virtual storage assegnata ai vari clienti.

Vi è quindi la concreta certezza che nessuno tenterà di tracciare un profilo dei dati memorizzati per attività di marketing, pubblicitarie o simili, per scopi personali o per la rivendita a soggetti terzi.

L’obiettivo principale del CISPE è quello di ridare ai cittadini il controllo dei propri dati personali e di semplificare il contesto normativo per il commercio internazionale unificando la regolamentazione all’interno dell’UE.

Non a caso CISPE unisce i principali provider di infrastrutture cloud di varie entità con sede o che operano in più di 15 paesi europei.

Una soluzione ad-hoc se si ha la necessità di mantenere i dati in Italia

Logo Rackone

Per chi ha necessità di avere i dati ubicati all’interno del territorio Italiano realizziamo soluzioni specifiche in collaborazione con RackOne, hosting provider tutto italiano ubicato a Noventa di Piave (VE) che ha siglato un accordo con il Compartimento Polizia Postale per sviluppare tecnologie e procedure finalizzate a contrastare il cyber crime.

Tour guidato di Kamzan

Se credi che Kamzan possa essere la soluzione adatta per la tua realtà, puoi richiedere un tour guidato con un nostro esperto. In 30 minuti di video call mostreremo a te ed al tuo team tutte le funzionalità di Kamzan e ti faremo innamorare del nostro servizio.